La marionetta, l'adolescenza e l'audience engagement

Perché i teenagers sono spesso poco attratti dallo spettacolo dal vivo? Cosa può portare i ragazzi a teatro? Quali sono i linguaggi teatrali più interessanti e affascinanti per loro?

La tavola rotonda, con il contributo dell’Ambasciata di Francia e dell’Istituto Francese in Italia, è nata grazie alla ricerca del progetto T.E.E.N. e porterà, in una prima fase, i partecipanti a vedere alcuni degli spettacoli in cartellone per Segni New Generations Festival: WAX di Renaud Herbin, Ma biche et mon lapin del Collettivo Aïe Aïe, Io e Niente. Dal niente si può fare tutto di Teatro Gioco Vita, Il canto del coccodrillo di Teatrodistinto, Escargot. L’eterna bellezza delle piccole cose di Teatro del Piccione e Un giorno, Teatro all’improvviso.
Un workshop completerà l’incontro per riflettere insieme sul come far cadere quella parete che sembra sempre più dividere il teatro dal mondo degli adolescenti.
Le marionette possono essere un’opportunità? Henrik Kholer guiderà il confronto tra artisti e Direttori artistici che usano come linguaggio per i loro spettacoli le marionette, i ragazzi partecipanti e i T.E.E.N. Ambassadors.

La marionetta, l’adolescenza e l’audience engagement
In collaborazione con l’Institut Français Italia
Nell’ambito di La Francia in Scena
Mercoledì 1 novembre ore 14.00
Ca’ degli Uberti

Qui la presentazione della stagione 2017 di La Francia in Scena: