La settimana inizia all'insegna di Segni

Questo fine settimana Segni 2017 è iniziato: tantissime le famiglie e gli operatori da tutta Italia e dall’Europa che arrivano a Mantova.
Successo per Piste and Love, e lo spettacolo Escargot piace tanto ai piccoli!

Per scoprire gli spettacoli esauriti e i posti disponibili guardate qui: Spettacoli di Segni SOLD OUT
Entra nel vivo con una giornata ricca di spettacoli questo SEGNI New Generations Festival, che inizia con un weekend e attira tante famiglie anche da fuori Mantova. Gli operatori arrivano da tutta Italia ma anche dalla Finlandia, Australia, Stati Uniti, Cile, Francia, UK e programmano le loro agende per seguire gli spettacoli e gli incontri del meeting annuale di Assitej International. Conquista tutti la grande chiocciola rosa di Cracking Art in piazza Mantegna, protagonista di decine di foto di bambini, famiglie e ragazzi con l’hashtag #segni2017. Tra gli spettacoli più gettonati ci sono il francese Piste and love ed Escargot, e mentre il primo ha terminato le sue repliche, quest’ultimo resterà in scena fino a domenica 5 novembre.
 
COSA SUCCEDE DOMANI LUNEDì 30 OTTOBRE A SEGNI
 
Ancora posti liberi per gli spettacoli del pomeriggio di Piccoli Eroi al Teatro della Fondazione Mazzali alle 14.30, per Escargot alle Fruttiere di Palazzo Te alle 16.30 e per Io e Niente allo Spazio Gradaro alle 17.

Piccoli Eroi di Teatro del Piccione regala un’affascinante chiave di lettura di adolescenza e migrazione e parla ai più grandi dagli 11 ai 18 anni, raccontando queste due fasi della vita umana che hanno diversi punti in comune grazie all’avventura di Pollicino nelle poesie della polacca Wisława Szymborska.
Escargot - altro lavoro di Teatro del Piccione - ha già iniziato a conquistare i più piccoli dai 2 ai 5 anni con tutta la sua espressività lenta e ipnotica e un’ingombrante casa sulle spalle.
Io e niente. dal niente si può fare tutto di Teatro Gioco Vita per bambini dai 6 ai 10 anni è tratto dall’albo illustrato Mio et Rien di Kitty Crowther e attraverso le ombre racconta l’amicizia di una bambina e il suo amico immaginario.
 
Debutto alle 9.30 per Un Giorno, nuova produzione di Teatro all’improvviso in replica fino alla fine del festival, domenica 5 novembre, con due appuntamenti giornalieri da martedì 31, e una replica aggiuntiva del 2 novembre alle ore 18, oltre a quelle già in programma. Ideato e recitato da Dario Moretti, mette in scena il tempo di un giorno qualunque che si trasforma, se lo vogliamo, in un momento unico e irripetibile della nostra vita.
Proseguono l’esilarante IPet - tablet degli olandesi Bontehond all’Atrio degli Arcieri, Stanza #4 Discesa di Marche Teatro alle Cantine di Vincenzo e Cinque Uova in fila, anche questo targato Teatro all’improvviso.
 
Occhi aperti sull’Europa con due incontri importanti pensati per tutti, ma in particolare per gli adolescenti: Erasmus +, La Strada per l’Europa alle 10.30 al Teatro Bibiena, in collaborazione con Agenzia Nazionale per i Giovani e Ufficio d'Informazione a Milano del Parlamento Europeo è uno lo spazio di confronto aperto agli studenti delle scuole superiori sul tema della mobilità europea e delle opportunità lavorative e di formazione offerti dall’Europa. Intervengono Bruno Marasà, Ufficio d’informazione a Milano del Parlamento Europeo e in rappresentanza dell’Agenzia Nazionale per i Giovani Giacomo d’Arrigo e Silvia Strada. Tra gli ospiti anche l’eurobusker SOLTANTO - alias Matteo Terzi, milanese - e giovani musicisti “Erasmus” europei.

Alle 18.30 allo Spazio Gradaro è il momento di “Ombre e luci del teatro” condotto da Fabrizio Montecchi, noto nel mondo come maestro del teatro d’ombra. Questo sarà iò primo dei due workshop in lingua inglese inseriti nel progetto T.E.E.N. per tutti gli appassionati di nuovi linguaggi.
Seguirà martedì 31 alle 18 “Storytelling” con Kjell Moberg. Entrambi gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

Per scoprire tutte gli spettacoli e orientarvi nella proposta del festival Segni 2017 scoprite qui il nostro BLOG, qui il nostro PROGRAMMA e scaricate la APP!