SVELATI I VINCITORI DEL CONCORSO COLORA L’AQUILA!

Per le scuole il doposcuola della primaria di Marmirolo e tra le famiglie, l’opera di Edoardo Vivorio

L’operazione artistica Colora l’animale simbolo legata a SEGNI New Generations Festival, da tre anni è diventata un Concorso con il patrocinio di Regione Lombardia Istruzione, Formazione e Lavoro, e ha ampliato la sua premialità grazie a importanti partnership con enti e aziende del territorio. Quella con BPER Banca ha permesso di mettere in palio, per il vincitore della categoria famiglie, anche l’ospitalità a Mantova in occasione del Festival insieme all’ingresso gratuito a uno spettacolo, vera e propria novità dell’edizione 2018. Ad aggiudicarsi il primo premio – ottenendo il maggior punteggio con la somma dei voti della giuria popolare e quelli della giuria di qualità - è stato Edoardo Vivorio di Bozzolo con un’opera in cui fantasia e realtà s’incontrano grazie all’utilizzo del mezzo fotografico, ricollocando l’aquila nel suo habitat naturale. L’artista è un bambino che ha trovato l’ispirazione durante le vacanze estive sulle Dolomiti: dopo aver scattato una foto all’Alpe del Puez, l’ha stampa applicandoci sul cielo azzurro un’aquila realizzata con cordoncini di lana e semi di girasole.
Ad essere premiata anche l’opera più votata sul web, quella di Marzio Alfano di Mantova che ha colpito per l’intuizione di rappresentare l’aria e il volo attraverso uno strappo nel foglio.

Per premiare le scuole invece Segni d’infanzia ha pensato ad un vero e proprio tour nelle tre finaliste, che si è concluso ieri, venerdì 25 gennaio, presso il doposcuola della primaria di Marmirolo, primo classificato con un’opera che comunica l’importanza dell’impegno dell’intera comunità per la salvaguardia dell’ambiente. La
premiazione si è trasformata in una grande feste con palloncini, festoni e un disegno di benvenuto, per le operatrici di Segni d’infanzia, fatto dai bambini sulla lavagna e con la presenza del Sindaco Paolo Galeotti che si è unito ai festeggiamenti.
Al secondo posto la scuola dell’infanzia “E. Biffi” di Eremo e al terzo l’asilo nido “La tartaruga e la cicogna” di Porto Mantovano. Tutte opere tridimensionali, di grande impatto, che sono frutto di un lavoro collettivo, che nel caso del nido ha visto coinvolti anche i genitori, e che s’inserisce in una progettualità didattica più ampia.

Il tour è un’occasione per l’Associazione Segni d’infanzia di andare a trovare insegnanti, educatrici e bambini che lavorano tutto l’anno agli stimoli lanciati dal festival, per ricambiare creatività e impegno, con un evento all’interno della scuola. L’attrice Sara Zoia infatti ha condiviso con i piccoli artisti una storia, ha consegnato gli
attestati dell’Aquila e i premi messi a disposizione da Coop Alleanza 3.0: speciali card regalo per l’acquisto di materiali didattici e chiavette usb per salvare anche digitalmente tutti i lavori fatti con i propri bimbini.

Nel ricordare che il Concorso non vuole premiare la capacità artistica che, quando si tratta di bambini diventa in qualche modo non giudicabile perché sempre, sotto qualche aspetto interessante e capace di rappresentare un’eccellenza, ma che il coinvolgimento di una giuria ha il senso di stimolare un’ulteriore momento di riflessione, di confronto per dare un valore aggiunto al lavoro fatto, Segni d’infanzia ringrazia chi ha ricoperto questo delicato ruolo. Alex Corlazzoli, maestro, giornalista e scrittore che ha seguito il Concorso fin dall’inizio e che ha condotto diversi momenti di formazione dedicati agli insegnanti, nel corso dell’anno - connessi al Concorso e nell’ambito del progetto E se diventi farfalla - fornendo interessanti spunti e stimoli
per farne strumento di approfondimento del metodo didattico e attività per implementare il coinvolgimento dei genitori; due personalità istituzionali del Comune di Mantova legate al mondo della scuola e della famiglia, Marianna Pavesi, Assessore alla Pubblica Istruzione, Politiche Educative, Città dei Bambini e delle Bambine, e Chiara Sortino, Assessore alle Politiche per la Famiglia e la Genitorialità, Infanzia e Adolescenza, Conciliazione e Pari Opportunità; Massimo Bruno, Direttore dei Canali Tv di De Agostini Editore, di cui Dea Junior è media partner del Festival SEGNI, scelto per una valutazione anche in termini di resa comunicativa degli elaborati.
Non resta che aspettare di scoprire chi sarà l’animale simbolo di SEGNI 2019 – in programma dal 26 ottobre al 3 novembre – e prepararsi, armati di creatività, ad un nuovo Concorso.

Maggiori info: segreteria@segnidinfanzia.org - t. 0376 1511955

 
Edoardo Vivorio
Doposcuola primaria di Marmirolo